Storia dell’Opera:il Novecento italiano dopo Puccini

Storia dell’Opera:il Novecento italiano dopo Puccini

L’opera del Novecento italiano procede senza grossi scossoni in due filoni principali: quello di stampo pucciniano e quello che si pone tra gli ultimi bagliori di matrice verista, sempre più interessato a ciò che avveniva al di fuori dei nostri confini.   In questa posizione si colloca perfettamente il musicista italo-tedesco Ermanno Wolff–Ferrari (1876-1948). Nonostante sia nato a Venezia, Wolff -Ferrari, ha una formazione tedesca. La modernità, o meglio quello che di tedesco c’è in…

leggi...

I grandi compositori francesi: l’opera in Francia dal 1850

I grandi compositori francesi: l’opera in Francia dal 1850

I grandi compositori francesi. L’opera in Francia dopo il 1850:tra l’opéra-comique e  il grand-opéra, l’opéra-lyrique.   Accanto al grand-opéra, nella Francia della seconda metà dell’Ottocento si assiste allo sviluppo di un altro genere di teatro, o meglio di un’altra sfumatura che si situa tra l’opéra-comique e il grand-opéra: l’opéra-lyrique, un genere che propone il ridimensionamento degli aspetti più appariscenti del grand-opéra. E’ l’epoca dei grandi compositori francesi. Maestri di questa nuova svolta dell’opera francese furono…

leggi...

Storia dell’Opera: l’Opera Italiana tra Ottocento e Novecento.

Storia dell’Opera: l’Opera Italiana tra Ottocento e Novecento.

L’opera italiana tra Ottocento e Novecento L’opera italiana, nel periodo dopo Verdi e prima dell’avvento di Giacomo Puccini, risente di una certa crisi: si fa evidente il contrasto tra il linguaggio tradizionale dello stile italiano sempre fortemente legato alle ragioni del canto e quello moderno, wagneriano. In questo clima acceso, si assiste all’avvicendarsi di compositori che in maniera più o meno marcata risentono dell’influenza wagneriana. Combattuto tra la fede alla tradizione dell’opera italiana e le…

leggi...

Storia dell’Opera: le scuole nazionali parallele.

Storia dell’Opera: le scuole nazionali parallele.

Le Scuole Nazionali parallele Non solo in Russia si assiste allo sviluppo in modo concreto e duraturo di una propria generazione di compositori, ma anche nei paesi confinanti si gettano le basi per la nascita futura di una propria scuola nazionale. In Polonia, il più importante operista del XIX sec., è sicuramente Stanislaw Moniuszko (1819-1872). Le sue opere più famose sono “Halka” (1847) e “Straszny Dwor” (“Il castello stregato”, 1865). Sono lavori non privi d’interesse,…

leggi...

Storia dell’Opera: le scuole nazionali

Storia dell’Opera: le scuole nazionali

Storia dell’Opera: le scuole nazionali La Russia era rimasta per tutto il Settecento e anche per una buona parte dell’Ottocento prima sotto l’influsso dell’opera italiana e poi di quella francese. L’esaurirsi di queste mode musicali spinge i musicisti alla riscoperta del proprio patrimonio culturale e a una rinascita della cultura russa. Nascono le scuole nazionali. Fu un movimento molto vasto, non solo musicale, ma anche politico e morale che iniziò a farsi sentire in modo…

leggi...

Storia dell’Opera: l’opera tedesca, da Schubert a Wagner

Storia dell’Opera: l’opera tedesca, da Schubert a Wagner

Storia dell’Opera: l’opera tedesca, da Schubert a Wagner L’opera tedesca, da Schubert a Wagner   Nei precedenti articoli dedicati all’opera tedesca abbiamo parlato del primo romanticismo, dell’evoluzione del melodramma compiuta da Hoffman, Spohr e soprattutto da Weber. Non va però dimenticata la produzione teatrale di Franz Schubert (1797-1828), una produzione che copre quasi per intero la vita del musicista, un arco di tempo che va dal 1812 all’anno della morte, il 1828. Schubert sentiva in…

leggi...

Storia dell’Opera: La Francia dell’opéra-comique e grand-opéra

Storia dell’Opera: La Francia dell’opéra-comique e grand-opéra

L’Ottocento in Francia vede prevalere l’opera come genere musicale più in voga, a differenza della Germania dove il romanticismo porta alla creazione di capolavori anche nell’ambito della musica strumentale. Il genere dell’ opéra-comique non conosce crisi, supera il difficile momento della Rivoluzione, continuando a fiorire e a trovare sempre nuove linfe espressive. Nasce il grand-opéra.   Il principale esponente dell’opéra-comique della prima metà del XIX sec.  è François-Adrien Boieldieu (1775-1834) nativo di Rouen, dove ebbe i…

leggi...

Storia dell’Opera: Giuseppe Verdi (1813-1901)

Storia dell’Opera: Giuseppe Verdi (1813-1901)

Storia dell’Opera: Giuseppe Verdi (1813-1901) Quando nel 1848 moriva Donizetti, il giovane Giuseppe Verdi si avviava a consolidare quella fama conquistata non facilmente dopo anni di dura gavetta, quelli da lui stesso definiti “anni di galera”. Dalla nativa Roncole di Busseto, nei pressi di Parma, Verdi si era spinto verso Milano dove non senza fatica era riuscito a far rappresentare la sua prima opera “Oberto conte di San Bonifacio” (1839). Non fu tuttavia il raggiungimento…

leggi...

Storia dell’Opera: Gaetano Donizetti (1797-1848)

Storia dell’Opera: Gaetano Donizetti (1797-1848)

Storia dell’Opera: Gaetano Donizetti (1797-1848) La carriera del bergamasco Gaetano Donizetti non fu certo una delle più facili. L’allievo di Simone Mayr, poco più che ventenne, si affaccia sul panorama musicale della sua epoca e si deve confrontare con un Rossini dominatore ed un Bellini ormai ad un passo dalla celebrità.   Tredicesima puntata. Gaetano Donizetti si trova nella classica posizione di terzo incomodo. Lo aiuta un genio fertilissimo che lo supporterà nel frenetico lavoro…

leggi...

Storia dell’Opera: Vincenzo Bellini (1801-1835)

Storia dell’Opera: Vincenzo Bellini (1801-1835)

Mentre nel cielo del melodramma italiano è sfolgorante il sole rossiniano, fa la sua apparizione una luminosa meteora, quella di Vincenzo Bellini (1801-1835). Dodicesima puntata. In un momento in cui lo stile rossiniano sembrava aver contagiato chiunque si accostasse all’opera, Vincenzo Bellini (definito dai posteri “Il Cigno Catanese”) con il suo puro lirismo, sfugge da ogni contaminazione. Nella sua musica trionfa quella melodia semplice, lineare, che l’etereo accompagnamento dell’orchestra rende quasi fragile, talvolta trasparente. Il…

leggi...
1 2 3 4 7