CARMEN K: la nuova creazione di Artemis Danza al Genova Outsider Dancer

CARMEN K: la nuova creazione di Artemis Danza al Genova Outsider Dancer

Carmen_K_generale_08-04-16_¸Rocco_Casaluci_2016

 

Passionale, istintiva, sensuale ma soprattutto libera è la Carmen di Monica Casadei, che alla sigaraia di Siviglia ha dedicato la sua ultima creazione, Carmen K, in scena al Porto Antico di Genova il 20 luglio 2016 e al Complesso Monumentale del Priamar il 22 luglio 2016 nell’ambito del Genova Outsider Dancer.

Incentrato sulla reinterpretazione in chiave coreografica di alcune celebri figure del repertorio operistico, Carmen K è il più recente capitolo del progetto “Corpo d’Opera” e prosegue il percorso già intrapreso con Tosca X, acclamata produzione 2015 che continua la sua felice tournée nazionale e internazionale.

Nella creazione di Monica Casadei, Carmen è una donna forte e trasgressiva – ce lo ricorda la “K” del titolo, emblema dell’anticonvenzionale e del contro corrente – libera nello scegliere come amare, vivere e morire. La stessa libertà torna nelle scelte compositive, dominate non solo dalla pura energia della danza, ma anche da una decisa apertura alla musica contemporanea. Monica Casadei lascia infatti carta bianca ai giovani DJ dell’associazione bolognese Shape, chiamati a remixare alcune fra le più note arie dell’opera di Georges Bizet. Il panorama sonoro si arricchisce poi delle musiche originali del compositore Luca Vianini, anch’esse frutto delle suggestioni legate alla figura di Carmen e alla partitura operistica. Nulla di didascalico o narrativo nemmeno quando la forza del gesto danzato si sposa con le note della celebre Carmen suite di Rodion Shchedrin: qui, sullo sfondo di una scena rosso sangue, i ruoli si moltiplicano e tutti i 18 interpreti, uomini e donne, diventano altrettante Carmen e altrettanti tori.

IRE_7238_Giuseppe Porisini

Una storia, mille storie uguali a loro stesse che si ripetono nei secoli. Carmen K selvaggia, passionale, istintiva e sensuale, libera di amare e di esistere. Libertà uguale morte annunciata. Istinto primordiale di esistere, essere profondamente veri contro dominio, possesso, prigione. Il risultato è già scontato: difficile e dolorosa la vita di un essere libero e coraggioso, ma non c’è scelta. O vince la legge interiore, quella dell’anima o è preferibile la morte. Andare “incontro” e non più “contro”, il nostro aguzzino, è l’unica scelta? È possibile un’altra via? Le tante Carmen della società di oggi possono non morire più.”

(Monica Casadei)

 

 

Carmen K è una produzione della Compagnia Artemis Danza su commissione del Teatro Comunale di Bologna. Lo spettacolo nasce in collaborazione con Fondazione Toscana Spettacolo/Teatro Signorelli di Cortona e con il contributo del Ministero de Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Regione Emilia Romagna Assessorato alla Cultura.

 

Foto © Rocco Casaluci -Giuseppe Purisini e Alessandro Li Mandri

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: